• SOFTWARE & HARDWARE
  • SOFTWARE & HARDWARE
  • PRIVACY POLICY
  • Assistenza On Line


    Orario delle lezioni

     
    Orario delle lezioni...

    Nuovi scontri a Roma pdf Stampa E-mail
      Scritto da Prof. S.Giannitto - Amministratore  16/12/2010
    Totale Visite: 5167

    Nuovi scontria Roma tra studenti e polizia Tensioni sociali in forte crescita per la grave crisi economica e “l’instabilità anche del quadro politico” costringono le forze dell’ordine “ad un’attività di supplenza sempre più complessa e delicata”. E’ quanto afferma il Capo della Polizia, prefetto Antonio Manganelli, in una intervista al quotidiano l’Unità nella quale parla degli scontri di piazza avvenuti lo scorso 14 dicembre a Roma durante la manifestazione degli studenti contro la riforma Gelmini ed il governo Berlusconi.
    Ricordiamo che la manifestazione, iniziata pacificamente, ha visto gli studenti muoversi verso Montecitorio e che, durante il tentativo di forzare un cordone delle forze dell'ordine sono stati respinti con i manganelli. I manifestanti avrebbero lanciato un petardo e alcune pietre colpendo un funzionario delle forze dell'ordine. Accesi gli animi, è iniziata una vera e propria guerriglia con cariche e scontri, vetrine in frantumi ed auto date alle fiamme, in piazza dell'Oratorio tra via del Corso e Montecitorio.
    Negli scontri ci sono stati cinquanta feriti tra le forze dell'ordine, secondo il ministro della Difesa, La Russa. Sono invece un centinaio i manifestanti feriti, alcuni portati in ospedale per escoriazioni, tagli e contusioni. La maggior parte degli arrestati verrà giudicata col rito direttissimo e già da oggi alcuni degli imputati sono davanti al giudice per rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. La Procura spiega di aver scelto il rito piu' rapido perche' non ha ritenuto necessario dover acquisire altri elementi prima del giudizio.

    VIDEO

    Visualizza il file in formato PDF
       PDF

     

    Lascia un commento

     

    Diffondi la notizia, condividi con i tuoi amici utilizzando i bottoni sotto: