• SOFTWARE & HARDWARE
  • SOFTWARE & HARDWARE
  • PRIVACY POLICY
  • Assistenza On Line


    Orario delle lezioni

     
    Orario delle lezioni...

    Bruno Segre: vittima e testimone delle leggi razziali Stampa E-mail
      Scritto dalle Prof.sse Cutrona Maria Assunta - Morana Rosaria   30/01/2015
    Totale Visite: 5502

     

    Nell’ambito delle iniziative didattico-culturali ed educative previste, in occasione della Giornata della Memoria, il nostro Istituto continua la sua riflessione sull’Olocausto con lo storico e saggista Bruno Segre  che ha incontrato i nostri  studenti giorno 30 presso il Cinepoliteama di Pachino. 

    Storico e saggista, nato a Lucerna nel 1930, Segre vive a Milano dove ha studiato filosofia alla scuola di Antonio Banfi. Nel 1938, quando vengono promulgate le leggi razziali, viene bandito da tutte le scuole del Regno d’Italia.

    In seguito si laurea in Filosofia, si occupa di sociologia della cooperazione e di educazione degli adulti nell’ambito del Movimento di Comunità fondato da Adriano Olivetti nel 1947.Ha insegnato in Svizzera dal 1964 al 1969.

    Oggi come testimone della persecuzione e della discriminazione, lavora da anni a diffondere la conoscenza delle vicende del popolo ebraico e della Shoah in Italia e all’estero

    Per oltre dieci anni fa parte del Consiglio del “Centro di documentazione ebraica contemporanea” di Milano; per molti anni, dal 1991, presiede l’associazione italiana “Amici di Nevé Shalom Wahat as-Salam” una comunità di ebrei e arabi palestinesi che hanno creato un nuovo metodo educativo con il quale i bambini crescono imparando due lingue, la propria e quella del “nemico”.
    Nel quadro di un’intensa attività pubblicistica, ha dedicato contributi a vari aspetti e momenti della cultura e della storia degli ebrei.

    È direttore della rivista di vita e cultura ebraica Keshet, edita dell’omonima associazione.

    Tra le sue opere: Gli ebrei in Italia, Giuntina, Firenze 2001; Shoah, [Il genocidio degli ebrei in Europa - Un manuale per capire Un saggio per rifettere] Il Saggiatore, Milano 2003; Israele : paura e speranza, 2014

    Ai giovani del "Bartolo" dice:

    Dopo la mia espulsione dalle scuole, nel ’38, mio padre fece domanda per ottenere l’autorizzazione a riportarmi in classe: gli fu negata. Dopo pochi giorni, morì fulminato da un ictus. Le leggi razziali hanno ucciso mio   padre”, afferma lo storico”.

    L’esperienza dell’Olocausto ha segnato profondamente la vita del saggista, che continua a ricercare i  perché di tale atrocità ,giungendo alla conclusione che "non c’è  un  perche’ , la SHOAH è stata…"

    La scuola ha il compito di fare memoria, il fare memoria significa  anche cercare di capire quali sono le dinamiche che fanno da retroterra ai genocidi affinché non si ripetano.

    Per Approfondire

         GLI EBREI IN ITALIA

    Per ventuno secoli, dai tempi di Roma repubblicana a oggi, gli ebrei hanno abitato l''isola della
    rugiada divina", cioè l'Italia, secondo la tenera e immaginosa etimologia ebraica del nome. Una storia a lungo oscura, talvolta dolorosa, sempre ricca di fascino, che in realtà è la somma delle vicende di tante comunità per lo più cittadine, da Roma a Venezia, da Milano a Palermo, da Mantova a Ferrara a Livorno, per secoli raccolte nei loro quartieri o nei ghetti, intorno alle sinagoghe. Più che una storia dunque, un insieme di storie particolari e diverse, che il libro racconta con documentata chiarezza; vicende "intime", ma sempre insente in un quadro più ampio e complesso e riallacciate alla grande geografia dell'ebraismo internazionale e della Diaspora.


     

    Lascia un commento

     

    Diffondi la notizia, condividi con i tuoi amici utilizzando i bottoni sotto: