• SOFTWARE & HARDWARE
  • SOFTWARE & HARDWARE
  • PRIVACY POLICY
  • Assistenza On Line


    Orario delle lezioni

     
    Orario delle lezioni...

    Giornata della legalità per non dimenticare Stampa E-mail
      Scritto da admin  17/05/2013
    Totale Visite: 5382
    Una giornata per non dimenticare

    Ricordare (re-cordis, riportare al cuore) significa richiamare alla mente e al cuore avvenimenti del passato, ritrovare e ripercorrere le emozioni che il tempo ha depositato. Ma ciò che non si è vissuto non si può ricordare. Così la memoria degli eventi passati e delle grandi figure, è qualcosa che va costruito e ricordare le vittime della mafia e di tutti coloro che hanno sacrificato la  vita, nel rispetto della libertà e della giustizia, è un nostro dovere.

    “… ma, il ricordo diventa un’offesa se non è seguito da un’attenta riflessione e da un conseguente agire quotidiano basato sul rispetto delle regole e l’esercizio di una cittadinanza attiva, che non significa solo condividere uno spazio geografico, ma anche etico e culturale. Essere cittadini attivi, infatti, vuol dire appartenere alla comunità, responsabili della sua  crescita o regresso. Il valore civile di una comunità si misura dalla responsabilità con cui si esercitano i diritti e i doveri che sono la base della democrazia e del nostro vivere quotidiano. “

    Con queste parole la prof.ssa Ignaccolo ha dato inizio alla “Giornata della legalità” che si è tenuta anche quest’anno, come tutti gli anni, al cinema Politeama in collaborazione con le Associazioni  Antiracket prov.li,  le Forze dell’Ordine territoriali e le scuole di ogni ordine e grado di Pachino. Una giornata per “nondimenticare”  la strage di Capaci (23 maggio 1992) dove persero la vita il Giudice Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Antoni o Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo. L’iniziativa, organizzata dall’ APAC (Associazione Pachinese AntiCrimine) ha visto tra i vari interventi quello del Prefetto di Siracusa, dott. Armando Gradone, che ha risposto in diretta ad alcune domande dei nostri studenti. Molto applauditi anche i contributi del presidente della Provincia N. Bono, del sostituto procuratore A. Nicastro, del commissario di P.S. di Pachino Dott. Paolo Arena.

    Toccante, infine, il saluto all’ormai ex presidente Leo Gullotta dell’APAC per il suo encomiabile impegno con cui ha portato avanti ogni iniziativa dell’associazione. Ma un ringraziamento speciale va agli studenti che hanno riempito di “bellezza” il salone del Politeama, incitando tutti a non rinunciare mai ai propri sogni, specialmente in un momento di grave crisi come quello che stiamo vivendo.

    Come osservava il nuovo dirigente dell’APAC Francesco Lao : “ …è la stessa bellezza che troviamo nelle profonde parole di Peppino Impastato, il giornalista assassinato dalla mafia nella notte tra l'8 e il 9 maggio del 1978,”:

    “ E’ per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché  in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore .”

    Con ammirazione e con la speranza di una politica migliore.


     

    Lascia un commento

     

    Diffondi la notizia, condividi con i tuoi amici utilizzando i bottoni sotto: