• SOFTWARE & HARDWARE
  • SOFTWARE & HARDWARE
  • PRIVACY POLICY
  • Assistenza On Line


    Orario delle lezioni

     
    Orario delle lezioni...

    Remembrance Day al CT War Cemetery pdf Stampa E-mail
      Scritto da Ing. Giannitto Sebastiano  15/11/2010
    Totale Visite: 5256

    Remembrance-Day

    Si è celebrato nei giorni scorsi il “Remembrance Day”, giorno di commemorazione osservato nei paesi del Commonwealth e in diversi stati europei per ricordare la I guerra mondiale, che si concluse l’11 novembre del 1918. Il Remembrance Day – che si celebra alle 11:00 in punto – è dedicato in particolare agli appartenenti alle Forze armate morti in guerra, e venne istituito da Giorgio V del Regno Unito il 7 novembre 1919, su suggerimento di Edward George Honey. Simbolo del Remembrance day è il fiore di papavero, in memoria dei caduti nei campi delle Fiandre durante il primo conflitto mondiale; fino a poco tempo fa questi papaveri – di carta o di tessuto – erano fabbricati dai reduci di guerra. Quasi 1700000 uomini e donne delle forze del Commonwealth persero la vita nelle due guerre mondiali; le loro tombe e i loro monumenti commemorativi si trovano in tutto il mondo, curati dalla Commissione del Commonwealth per le onoranze ai caduti di guerra. Major Alan Batty In Sicilia esistono tre cimiteri di questo tipo, a Catania, Siracusa e Agira; quest’ultimo contiene quasi esclusivamente tombe di militari canadesi. Il Cimitero del Commonwealth di Catania – costruito dopo la fine della II guerra mondiale – ospita i resti dei soldati caduti nei dintorni della città etnea. Contiene 2135 tombe, di cui 150 circa di militari ignoti e 2 di militari americani. In occasione del Remembrance day, il Maggiore in pensione dell’Esercito Britannico Alan Batty – che risiede da anni a Castiglione Di Sicilia – ha organizzato una cerimonia di commemorazione presso il Cimitero del Commonwealth di Catania. Presenti una settantina di persone, tra cui un picchetto d’onore inviato dalla Naval Air Station di Sigonella e il Console britannico a Catania Richard Brown. Il Maggiore Alan Batty ha una lunga esperienza militare alle spalle: ha partecipato, tra l’altro, alla guerra del Golfo e a quella delle Falkland. La sua idea di celebrare il Remembrance day a Catania nacque cinque anni fa, in forma strettamente privata. Successivamente il Maggiore chiese la collaborazione della Nas Sigonella, che ha inviato anche quest’anno una propria delegazione per rendere gli onori militari. A guidarla il cappellano militare Padre Alfonso Concia. “Siamo qui – ha detto – per commemorare i nostri militari morti per la libertà, e stringerci in un abbraccio affettuoso a quelli che ancora oggi combattono in tutte le parti del mondo”. Alla celebrazione del Remembrance day hanno preso parte anche l’associazione “Sigonella military chapter” e un gruppetto di boy scout americani. Ha voluto essere presente pure il prof. Sebastiano Giannitto, del Primo Istituto Superiore di Pachino “Michelangelo Bartolo”, in rappresentanza della sua scuola, che da qualche anno porta avanti un interessante lavoro sullo sbarco angloamericano in Sicilia. “Con i nostri studenti – ci ha raccontato Giannitto – abbiamo scattato delle foto per ogni singola lapide del Catania British Cemetery, e abbiamo poi inserito le immagini in un sito internet da noi creato. Da allora riceviamo altre foto e dati dei militari caduti che ci vengono inviati da parenti e conoscenti. Il tutto, ovviamente, con l’autorizzazione della Commissione del Commonwealth. Questo lavoro di catalogazione è stato condotto per i tre cimiteri del Commonwealth siciliani, poi è proseguito con quello di Ortona e adesso con Cassino. Abbiamo ricevuto moltissimi apprezzamenti, e la nostra intenzione è quella di estendere il progetto anche agli altri siti. Per accedere al portale basta collegarsi all’indirizzo www.primopachino.it



    Dal Giornale di Sicilia - La zona franca

    Visualizza il file in formato PDF
       PDF

     

    Lascia un commento

     

    Diffondi la notizia, condividi con i tuoi amici utilizzando i bottoni sotto: