• SOFTWARE & HARDWARE
  • SOFTWARE & HARDWARE
  • PRIVACY POLICY
  • Assistenza On Line


    Orario delle lezioni

     
    Orario delle lezioni...

    2 Giugno Festa della Repubblica Stampa E-mail
      Scritto da Administrator  02/06/2012
    Totale Visite: 5267

    2 Giugno Festa della Repubblica

    Sono cominciate con l'omaggio al Milite Ignoto le celebrazioni del 2 giugno, festa della Repubblica. Intorno alle 9,2o Giorgio Napolitano è arrivato a Piazza Venezia ed ha deposto una corona sull'Altare della patria. Applausi della gente mentre Napolitano lasciava il Vittoriano sulla Lancia Flaminia presidenziale coperta. Il capo dello Stato ha indossato un cappellino bianco per proteggersi dal sole. Alle 10 è cominciata la parata in Via dei Fori Imperiali, quest'anno più sobrie del solito in segno di solidarietà con le popolazioni terremotate dell'Emilia Romagna.

    E' seguito il consueto messaggio alle Forze armate e un pensiero particolare a quelle impegnatenelle zone terremotate dell'Emilia .

    «Un riconoscimento particolarmente sentito va ai reparti intervenuti con la Protezione Civile in soccorso dei cittadini emiliani che un disastroso terremoto ha, in questi giorni, così duramente e dolorosamente colpito. Con il loro impegno essi testimoniano ancora una volta la totale dedizione delle Forze Armate alla nostra Italia ed alla sua gente di cui sono nobile espressione. Quei reparti saranno oggi virtualmente al fianco delle unità che sfileranno in Roma» scrive Giorgio Napolitano nel messaggio inviato al Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Biagio Abrate.

    Rivolgendosi poi ai prefetti: «Massima attenzione va rivolta al disagio dei soggetti più esposti alla grave congiuntura economica, al comprensibile malessere di tanti giovani incerti del loro futuro, per attivare ogni possibile iniziativa tesa a rendere operante un essenziale tessuto di coesione sociale, venendo incontro alle esigenze di chi versa in difficoltà, talvolta drammatiche, e sollecitando, a tutti i livelli, una comune responsabilità e solidarietà».


     

    Lascia un commento

     

    Diffondi la notizia, condividi con i tuoi amici utilizzando i bottoni sotto: