• SOFTWARE & HARDWARE
  • SOFTWARE & HARDWARE
  • PRIVACY POLICY
  • Assistenza On Line


    Orario delle lezioni

     
    Orario delle lezioni...

    Litfiba -Barcollo pdf Stampa E-mail
      Scritto da Sessa - IVC  12/11/2010
    Totale Visite: 5323

    Litfiba Barcollo

    A partire dal 10 settembre è trasmesso in tutte le radio Barcollo, il secondo brano inedito tratto dell’album Stato Libero di Litfiba, che da diverse settimane si trova nei primi posti della classifica delle vendite.

    Scritto e prodotto da Piero e Ghigo, Barcollo è un pezzo che si inquadra nella migliore tradizione Litfiba.
    Il video è ispirato al film "L’angelo sterminatore" di Luis Buñuel. E’ stato girato in Toscana ed ha avuto la regia di Graziano Staino. La sceneggiatura è stata scritta da Staino e da Piero Pelù.

    Per i Litfiba, da poco ritrovatosi, è un momento davvero positivo dal punto di vista artistica, anche se le polemiche non sono lontane.
    Il gruppo, il 13 agosto in concerto in Sicilia, se l’era presa col governo Berlusconi, col senatore Dell’Utri, con la chiesa e il potere in genere. Pronta la reazioni di diversi importanti esponenti del Pdl.

    “I Litfiba hanno trasformato l'unico concerto nella nostra regione in un comizio – aveva detto Castello - un vero e proprio incitamento all'odio, venendo meno moralmente ai loro obblighi contrattuali con il pubblico. Per questo chiediamo ancora una volta che chiedano scusa al popolo siciliano e il rimborso del biglietto a tutti i giovani i quali hanno seguito il concerto di Campofelice di Roccella e non hanno affatto gradito le invettive di Piero Pelù contro tutto e tutti. Ci faremo promotori di questa iniziativa e andremo avanti finché la nostra libertà di critica sia tutelata al pari della loro libertà di offendere”.

    Non erano mancati nemmeno gli attestati di solidarietà, al gruppo e alla libertà di pensiero in genere.

    IL VIDEO

    IL TESTO

    Giungla giungla che vita assurda
    Sempre a correre o a farmi mangiare
    Anche oggi per i predatori
    Sarà una giornata di festa
    Poi l’ABC è quotidiano
    Cambia sempre le sue regole
    Sopravvivere mi mette i sassi
    Tra mille trabocchetti

    …Eh Barcollo Barcollo
    Ho perso il mio controllo
    In equilibrio sul rasoio
    Io resisto fino in fondo
    Ma Barcollo Barcollo
    Oscillo sul mio mondo
    Non m’arrendo e non crollo
    Resto in sella fino in fondo…

    Pesce grosso mangia pesce piccolo
    E’ la catena che alimenta la fame
    Sono lo schiavo in evoluzione
    Prima mi chiamavi terrone (già)
    Io pago il prezzo e non c’è resto (no)
    Quanto costa un grammo di libertà?
    Di prender colpi e difenderci
    Siamo i campioni del mondo

    …Eh Barcollo Barcollo
    Ho perso il mio controllo
    In equilibrio sul rasoio
    Io resisto fino in fondo…

    Visualizza il file in formato PDF
       PDF

     

    Lascia un commento

     

    Diffondi la notizia, condividi con i tuoi amici utilizzando i bottoni sotto: