• SOFTWARE & HARDWARE
  • SOFTWARE & HARDWARE
  • PRIVACY POLICY
  • Assistenza On Line


    Orario delle lezioni

     
    Orario delle lezioni...

    Il viaggio dell'eroe Stampa E-mail
      Scritto da Administrator  29/10/2011
    Totale Visite: 5189
    La tomba del Milite Ignoto al Vittoriano di Roma

    Parte il "Viaggio dell'Eroe", il treno con mostra che compirà lo stesso percorso, da Aquileia a Roma, compiuto novant'anni fa dalla salma del Milite Ignoto prima di essere tumulata all'Altare della Patria. Sarà il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ad accogliere il 2 novembre al binario 1 della Stazione Termini di Roma il treno che portò il corpo del Milite ignoto nella Capitale. L'intera iniziativa, costituita da una mostra itinerante e dal viaggio dello speciale convoglio, prenderà le mosse dal Friuli Venezia Giulia e, attraversando l'Italia, oggi come allora, toccherà 15 città della penisola effettuando le stesse tappe toccate nel 1921, con l'obiettivo di testimoniare il sacrificio e l'eroismo di migliaia di uomini che hanno difeso la patria. La manifestazione è stata presentata alla stazione Termini dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa, dall'amministratore delegato di Fs, Mauro Moretti e dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

    La Russa: un abbraccio collettivo al milite ignoto 
    «Sono orgoglioso - ha detto La Russa - di questa iniziativa. Non solo per dare questo abbraccio collettivo al Milite Ignoto, ma anche per far conoscere la sua storia dopo anni di oblio. Sono certo che saranno molti gli italiani che vorranno onorare i caduti di tutte le guerre». 

    Maurizio Gasparri: un'iniziativa meritevole
    «Un'iniziativa meritevole per ricordare il sacrificio di tutti coloro che hanno dato la vita per realizzare l'Unità d'Italia. Non solo i soldati della Prima Guerra Mondiale»

    Moretti: ricordare gli artefici dell'unità del Paese 
    «Noi - ha spiegato da parte sua Moretti - ci stiamo impegnando con il comitato per i 150 anni dell'Unità d'Italia e lo riteniamo non un dovere, ma una cosa utile per ricordare coloro che sono stati artefici dell'unità del Paese. Come Ferrovie - ha sottolineato - abbiamo contribuito spesso all'unità nelle sue tappe fondamentali e ripetere quel viaggio oggi è sicuramente importante».

    Alemanno: è un'operazione di memoria 
    È un'operazione di memoria, per il sindaco di Roma, «di solito celebriamo i grandi eroi famosi, ma non possiamo dimenticarci di tante persone conosciute senza le quali non potremmo dirci italiani».
    VIDEO





    Guarda il servizio su Youtube


     

    Lascia un commento

     

    Diffondi la notizia, condividi con i tuoi amici utilizzando i bottoni sotto: