• SOFTWARE & HARDWARE
  • SOFTWARE & HARDWARE
  • PRIVACY POLICY
  • Assistenza On Line


    Orario delle lezioni

     
    Orario delle lezioni...

    Linux protegge il tuo computer Stampa E-mail
      Scritto da Administrator  e/o aggiornato il   02/11/2011
    Totale Visite: 808
    Linux protegge il tu computerVirus, trojan, adware, spyware... Windows lascia entrare tutti questi nel tuo computer molto facilmente. Il periodo stimato prima che un PC Windows (connesso a Internet e con l'installazione predefinita del "Service Pack 2") si infetti è di 40 minuti (e a volte ci vogliono anche solo 30 secondi).
    Quindi puoi:
    1) installare un firewall,
    2) installare un antivirus,
    3) installare un antiadware,
    4) rimpiazzare Internet Explorer e Outlook con Firefox e Thunderbird
    5) pregare che quei pirati non siano così furbi da sopraffare tutte queste contravvenzioni
    e, se una falla di sicurezza viene scoperta, che Microsoft ci metterà meno di un mese per rendere un aggiornamento disponibile (e ciò non accade molto spesso).
    Oppure puoi installare Linux e fare sogni tranquilli da quel momento in poi in quanto Linux difficilmente contrae dei virus.
    Certamente non è proprio impossibile prenderne uno. Ad ogni modo, Linux fa in modo che questo accada molto difficilmente. Molti virus ed infezioni varieall'interno di Windows, sono una grave minaccia, mentre in  Linux sono come l'acqua minerale in quanto non vengono neppure riconosciuti, restano dei file morti ed inutilizzabili.
    Di seguito elenchiamo alcuni motivi:
    * Linux usa un controllo delle autorizzazioni intelligente, mentre, sotto Windows, tu ed ogni programma che installi, avete spesso i privilegi di fare quasi tutto all'interno del "sistema" (computer). Se vuoi andare nelle cartelle di "sistema" e cancellare qualsiasi cosa, Windows non avrà nulla in contrario. Ovviamente, al riavvio successivo, cominceranno i problemi. Ma stai sicuro che se tu puoi cancellare i file di sistema, anche altri programmi possono fare questo ed altro, sia che già siano annidati nel computer, sia che provengano dalla rete (internet). Linux non lo ammette, infatti, ogni volta che vuoi fare qualcosa che incide sul sistema, ti viene richiesta la password di amministratore. Se non sei "amministratore del sistema", non puoi farlo. I virus, quindi, non possono gironzolare e cancellare o modificare il sistema, infatti, non hanno l'autorizzazione (password) per farlo.
    * Il software Open Source (come Linux) significa più occhi da dare al codice. Ogni programmatore sul pianeta Terra può scaricare il codice, dargli un'occhiata e controllare se ha delle falle di sicurezza. D'altra parte, le uniche persone che possono vedere il codice sorgente di Windows (la sua "ricetta") sono quelle che lavorano per Microsoft. Sono centinaia di migliaia di persone (forse milioni) contro poche migliaia. Questo crea un'enorme differenza.

    In verità, non è proprio il fatto di quante falle abbia un sistema, paragonato agli altri. Se ci sono molte falle, ma nessuno le ha ancora scoperte (inclusi i pirati), o sono minori (non compromettono parti importanti del sistema), i pirati non riusciranno a creare un grande scompiglio.

    E' più il fatto di quanto velocemente può essere risolta una falla una volta scoperta. Se una falla di sicurezza viene scoperta in un programma open source, chiunque nella comunità open source può dargli un' occhiata e aiutare a risolverla. La soluzione (e l'aggiornamento) compaiono di solito in pochi giorni, a volte in poche ore. Microsoft non dispone di tutto questo potere e spesso rilascia patch di sicurezza in alcuni mesi dopo che la falla è stata scoperta (e, a volte, pubblicata): è un tempo più che sufficiente per i pirati per fare quello che vogliono con il tuo computer.