Saluto augurale del Dirigente Scolastico

  Scritto da Prof. Vincenzo Pappalardo - Dirigente Scolastico  16/09/2013
Totale Visite: 5370

Inizia la scuolaCon l’inizio delle lezioni del nuovo anno scolastico 2013/14, è per me cosa lieta porgere un saluto di benvenuto a quanti, docenti, personale ATA e alunni, come me iniziano un percorso nuovo in questa scuola; e un augurio di lavoro sereno e gratificante agli altri, che hanno già sperimentato le vie di crescita umana, culturale e professionale offerte dall’istituto Bartolo di Pachino.

Sono consapevole delle sofferenze che la realtà scolastica italiana patisce da anni, con la decurtazione delle necessarie risorse finanziarie, senza le quali è difficile garantire la vivibilità degli ambienti scolastici e la competitività internazionale dell’offerta formativa, e, forse più ancora, con la sottovalutazione complessiva del ruolo della scuola nella società italiana, che ha generato frustrazione in quanti vi lavorano e insoddisfazione in quanti vi studiano. E tuttavia sono convinto che la scuola resti ancora il luogo privilegiato nel quale l’essere umano incontra la bellezza: la bellezza della gioventù e del suo entusiasmo; la bellezza dell’intelligenza e delle sue sfide; la bellezza dell’arte, della poesia, della scienza e della tecnica, dove si sono sperimentate le menti più brillanti dell’umanità. E’ il luogo in cui l’uomo incontra la vita e tiene lontana la morte.

Perciò chiedo a tutti di vivere con passione ed entusiasmo l’anno che comincia, di non fermarsi a guardare le fatiche e le delusioni che sempre accompagnano ogni cammino dell’uomo, ma di gettare lo sguardo oltre, dove c’è quello che ancora non si vede e dove ciascuno costruisce la dimensione di compiutezza, dignità e realizzazione che il suo essere desidera.

Faccio l’augurio che tutti possano trovare nell’esperienza di quest’anno, tra i mille percorsi della vita, la strada giusta a cui si aspira.

Cordiali saluti

Il Dirigente Scolastico

Prof. Vincenzo Pappalardo


 

Lascia un commento

 

Diffondi la notizia, condividi con i tuoi amici utilizzando i bottoni sotto: